Skip to content Skip to sidebar Skip to footer

Il segno del Cancro affinità

Affinità Segno del Cancro:

Ariete e Cancro:

Io definirei questa coppia “Teoria non confermata dalla Pratica” nel senso che, sono le due metà perfette della stessa mela ma, unendo queste due metà, la mela non torna ad essere “una”, come se mancasse qualcosa, probabilmente quel collante “magico” che non è dato dalle cose materiali ma, bensì, spirituali. Cercherò di spiegare meglio.

L’Ariete è sicuro di se stesso ed il Cancro ha bisogno di una persona così, il Cancro ha bisogno di dare e ricevere amore, attenzioni e coccole e l’Ariete desidera una persona così,

entrambi sono passionali ma, in modi diversi, entrambi sono capricciosi e volubili ma, in modi diversi. A mio avviso è questione di profondità di spirito. L’Ariete è una persona razionale e concreta e vive nel presente, se ha un problema lotta per risolverlo, se non ha problemi si gode il momento di pace senza chiedersi quanto durerà. Lo definirei una persona “minimal”, lineare, senza troppe contorsioni mentali. Il Cancro, da buon Segno di Acqua, vive in altre “dimensioni” non perfettamente allineate e coincidenti con la realtà. Per questo si può vedere un Cancro stare male in momenti in cui tutto dovrebbe essere sereno e perfetto (come ad esempio essere tristi il giorno di Natale o del proprio Compleanno, mentre tutti fanno festa). Questo può letteralmente mandare su tutte le furie l’Ariete che, inizialmente si fa in quattro per accontentare il suo fragile e tenero compagno Cancro ma poi, nel momento in cui realizza che è innato nel Cancro soffrire e lamentarsi, anche per cose accadute decenni prima, lo abbandona esasperato per non cedere alla tentazione di “alzare le mani”. Cominciano bene e finiscono male.

Toro e Cancro:

Potrei dire che ci troviamo di fronte alla versione riveduta e corretta della coppia Ariete-Cancro. Il Cancro, sempre bisognoso di dare e avere coccole e, forse un po’ “appiccicosetto” al dire dei più, incontra qui un personaggio forte e rude ma anche malinconico e tenero al contempo. A differenza dell’Ariete il Toro capisce il quasi perenne malessere del Cancro. Probabilmente la differenza sta nel fatto che l’Ariete è governato dall’iper-mascolino e battagliero Marte mentre il Toro, dalla femminile Venere fatta di Amore, Femminilità e Bellezza che tanto somiglia alla Luna che sorregge il Cancro.

C’è passione, c’è complicità, c’è voglia di bellezza, comfort e lusso, c’è voglia di fare famiglia, c’è costanza da entrambe le parti.

L’unico appunto da fare al Toro è di non tirare troppo fuori la sua schiettezza che spesso, soprattutto per come viene percepito dal permalosissimo Cancro, rasenta la sbruffoneria e la crudeltà. Di conseguenza consiglio al Cancro di corazzarsi bene per non essere troppo fragile al cospetto del Toro. Con piccole “manutenzioni” possono funzionare alla grande!!! Ah…dimenticavo…P.s. Toro, non essere troppo taccagno e cerca di spiegare al Cancro che se non gli compri la “Luna” non è per cattiveria ma perché sei lungimirante e pensi che una spesa inutile oggi può farti fare la fame domani.

Gemelli e Cancro:

“Davvero difficile come unione, il Cancro e il Gemelli sono molto diversi, e nessuna delle caratteristiche del Gemelli può compensare le mancanze del Cancro e viceversa. Il gemelli non ha la forza di curare e seguire l’ombroso Cancro, bisognoso d’amore e di affetto e di concretezza. D’altro canto il Cancro non è assolutamente in grado di comprendere o appoggiare le iniziative del Gemelli, in costante ricerca e mutamento. L’anticonformismo del Gemelli viene mal interpretato dal Cancro, che avrebbe bisogno di riversare parte delle proprie insicurezze in una controparte concreta e forte, quale il Gemelli non è.

Raramente questa unione supera il periodo dell’innamoramento, e sicuramente se prolungata nel tempo necessita di tanta pazienza e dedizione, che raramente questi segni riescono a sopportare.

Ho voluto riportare pari-pari questo brano estrapolato da “Ti Piace Oroscopo” perché sintetizza al meglio il pensiero di tutti gli astrologi. Come sapete io sono Gemelli e mi è capitato spessissimo di avere dei Cancro intorno a me (in Amore, Amicizia, Famiglia ecc…) nonché una storia d’Amore e parecchie “cottarelle” con e per questo Segno ragion per cui, mi sono ben documentata. Allora, ciò che posso dirvi è che in teoria è tutto vero ciò che asserisce l’articolo soprastante ma, di fatto non è così. Le relazioni Gemelli-Cancro nascono come funghi, c’è molto feeling fra questi due Segni attigui. Da quello che ho potuto constatare dopo circa un ventennio di studio è che su 100 coppie Gemelli-Cancro il 55% vivono una lunghissima storia d’Amore (più o meno travagliata), il 35% si sposano e fanno famiglia e solo il 10% non funzionano o restano solo un flirt. Questo probabilmente perché il Gemelli eterno fanciullo è goloso delle coccole del Cancro ed il Cancro ha bisogno di un Amore da accudire per sentirsi vivo ed utile, in più il Gemelli lo fa ridere perché riesce a capire come sdrammatizzare e stemperare le sue malinconie senza ferirlo. Certo, se il Cancro proverà (e di sicuro lo farà) a togliergli la libertà… inizieranno i guai. La coppia, al di la delle nefaste previsioni degli astrologi, può funzionare, basta non rovinarla con assurdi e inutili capriccetti stile asilo d’infanzia!!!

Cancro e Cancro:

Coppia “Omeopatica” 😉 . Essendo governato dalla Luna il Cancro è sempre un Segno iperfemminile in tutte le sue sfumature. Questo fa si che, le donne del Segno, siano “la Donna” per antonomasia ma anche, che l’uomo del Segno sia molto femminile, delicato e lunatico (il più delle volte solo a livello caratteriale e comportamentale altre, anche a livello sessuale). Questa accoppiata può sfociare in due casistiche o, come ho detto in apertura, si crea una coppia “omeopatica” (l’omeopatia cura una malattia con piccolissime dosi di quelle sostanze che costituiscono proprio la causa della malattia stessa),

cioè una coppia dove ognuno riconosce nell’ altro le sue stesse problematiche e ne diventa causa e cura al contempo, arrivando al rapporto simbiotico

(questa coppia può nascere solamente se siamo in presenza di due individui che hanno stima di se stessi e che di conseguenza, vedendo nell’altro la propria immagine riflessa, lo amano) o, la coppia autolesionista, coppia in cui i due soggetti, già in precedenza in conflitto con se stessi, rivedono nell’altro ciò che odiano di se’ e tentano di combatterlo, aggiustarlo, modificarlo o distruggerlo. Anche per quanto riguarda le altre tematiche, che ogni coppia si trova inesorabilmente ad affrontare, il funzionamento di questa coppia di “gemelli” dipenderà esclusivamente dall’essere o non essere “allineati” l’uno con l’altra. Trattandosi, a mio avviso, di una coppia che ha il 50% di probabilità di riuscita, sarei solita dire: “Tentar non nuoce” ma, in questo caso, essendo entrambi fragili, permalosi e non riuscendo facilmente a dimenticare il passato (che, anzi, per loro è un “Mito”), dico piuttosto: “Tentate pure se siete molto attratti ma, nel momento in cui doveste percepire che qualcosa non va, non vi accanite, non provate a “funzionare” per forza ma, lasciatevi in pace, in amicizia senza poi rinvangare ciò che è o non è stato.”

Leone e Cancro:

Il giorno e la notte nel vero senso del termine. Il Leone è dominato dal Sole ed il Cancro dalla Luna. A livello astrologico rappresentano “i genitori” dello Zodiaco. Il Leone-Sole-Padre è un Segno maschile e per tanto conferisce all’uomo l’aggressività, l’energia, la virilità, l’egocentrismo ma anche la generosità (il Sole, se non brucia, scalda), tende quindi, per ovvi motivi, a mascolinizzare un po’ le donne che diventano delle Amazzoni, delle Imperatrici, delle Comandanti. Il Cancro-Luna-Madre è un Segno femminile che rende la donna “Donna” per eccellenza, fragile, lunatica, materna, femminile e anche l’uomo del Segno ne assume le medesime caratteristiche.

Da ciò ne possiamo dedurre che, sia in presenza di una coppia Leone-Cancro che nella coppia Cancro-Leone, avremo i due perfetti elementi Yin e Yang.

Si completeranno, si compenseranno, si stempereranno e impareranno l’uno dall’altra a diventare (o meglio “cercare” di diventare) perfetti. Per me questa è una coppia con altissima probabilità di successo ma, certamente, in presenza di personalità eccessive, non equilibrate e difficili da armonizzare, anche questa coppia può fare “flop”. Quindi, Leone, non essere eccessivo e prova alcune volte a scendere dal piedistallo, cerca di metterti nei panni dell’altro e prova a capire come ti sentiresti se venissi trattato come uno scemo o un burattino (perché alcune volte è così che fai sentire gli altri, comandando, esigendo e dettando le tue regole) e Cancro, cerca di non fare sempre la vittima, non trasformare tutto in melodramma, quasi nessuno ama questo tuo lato caratteriale. In compenso, Passione, amore per le bella vita, per le cose lussuose e voglia di famiglia, vi uniscono indissolubilmente.

Vergine e Cancro:

Anche loro, come altre copie, sulla “carta” funzionano ma, all’atto pratico, un po’ meno. Il Cancro trae beneficio dalla Vergine che, con le sue regole ferree, lo fa sentire meno in balia degli eventi, dandogli serenità e stabilità. La Vergine, anche se da fuori può sembrare dura e scontrosa, ha in realtà bisogno dei quelle attenzioni e di quelle tenerezze che solo il Cancro sa dare. Il senso del bello, dell’estetica e della cura di sé sono caratteristica comune ad entrambi anche se, la Vergine maniacale ed ipocondriaca, potrebbe offendere il Cancro criticandolo per le imprecisioni ed il “disordine” (la Vergine dice che il Cancro è disordinato e forse poco accurato nell’igiene ma, in realtà non è vero, è invece la Vergine che, eccessiva e “fissata” com’è, vede microbi e pericoli ogni dove.) dovuti dalla pigrizia e dalla scarsa energia che caratterizzano il suo Segno. D’altro canto, la fragilità e la permalosità che portano il Cancro a farsi dei “film” sbagliati per un nonnulla, possono impedire allo stesso di capire la Vergine nel profondo e di andare a scavare cosa ci sia veramente oltre le apparenze, facendo sentire quest’ultima un’incompresa.

Il pàthos, di sicuro, accomuna entrambi e quindi, bisogna stare attenti che la coppia non si trasformi in un enorme generatore di drammi, guai, tragedie che alla fine porterebbero la stessa,

ma anche i singoli individui, alla deriva. Ad esempio il sesso, potrebbe essere elemento di unione e/o discordia, così come il metter su famiglia ed il fare figli. Abbiamo detto varie volte che, il Cancro, è si soggetto a cambi di idea e sbalzi di umore ma, il suo appetito sessuale tende ad essere piuttosto costante, così come il desiderio di casa e di famiglia. La Vergine invece, è sicuramente iper-razionale e acutissima in tutte le questioni di lavoro, di affari e di soldi ma, quando si esce dal sentiero delle cose materiali, per addentrarsi in quello delle questioni sentimentali e passionali, avrà sicuramente mille dubbi e mille incertezze che, manderanno in tilt il timorosissimo Cancro. Per questi motivi, credo che questa coppia abbia un buon potenziale ma, se vorranno farlo emergere, dovranno fortificarsi e smussarsi… Indovinate voi chi dei due dovrà fare cosa.

Bilancia e Cancro:

Un Diamante… falso!!! Eh si, ho riflettuto tanto prima di emettere questa “sentenza” ma, purtroppo è proprio così. Governati entrambi da due pianeti femminili (Venere-Bilancia e Luna-Cancro) sembrano sognare lo stesso tipo di amore e avere gli stessi ideali. Entrambi i Segni hanno difficoltà a vivere la vita senza un partner, sono stati creati per essere in coppia. Amano le emozioni, la bellezza, il lusso, le cose preziose, sono vanitosi e adorano essere adulati, si capiscono su tutto e per questo si attirano come calamite. Una storica coppia Bilancia-Cancro è stata ad esempio la coppia Silvio Berlusconi-Veronica Lario (anche l’attuale compagna di Berlusconi, Francesca Pascale, è del Segno del Cancro) e anche la coppia Carmen Russo-Enzo Paolo Turchi. Cito queste coppie perché hanno una caratteristica che fa la differenza, la caratteristica che poi ha permesso loro di durare, nel primo caso molto tempo, nel secondo, speriamo in eterno. Questa caratteristica, aimè, è il Denaro.

Ebbene si, teoricamente professano tanti valori e tanti ideali ma, poi, di fatto, entrambi si innamorano di un partner che sia economicamente solido e che possa soddisfarei loro desideri.

Entrambi i soggetti, in particolar modo la Bilancia, patiscono se fatti vivere in ristrettezza ed assenza di agi e comodità. Entrambi detestano l’età che passa ed il decadimento fisico ed estetico, ragione per la quale, una solida condizione economica diventa essenziale per mantenere se stessi ed il proprio entourage, in buon stato di manutenzione. Ho parlato inizialmente di “Diamante falso” in quanto, iniziano bene e finiscono malissimo. Si attraggono come ape e fiore e si giurano amore eterno ma, nel momento in cui gli agi vengano meno ed i “sì” iniziali si trasformassero in “no”, finirebbe inesorabilmente anche l’idillio d’amore. Molti li chiamerebbero opportunisti, in realtà, sono solo persone che non hanno spirito di sacrificio e che soffrono atrocemente nel vedere la povertà e le brutture in cui versa il mondo (di fondo, idealmente, sono dei buoni, dei generosi… all’atto pratico un po’ meno). Il denaro serve loro per circondarsi del meglio che la vita possa offrire, vivendo così in una “bolla” illusoria… un po’ come Marie Antoinette quando diceva che se il popolo non aveva pane doveva mangiare croissant. Che dire, la coppia può funzionare ma, speriamo che a non sopraggiunga mai la nefasta sensazione di essere stati sfruttati, più che amati.

Scorpione e Cancro:

Sarà perché entrambi sono Segni d’Acqua, sarà perché tutti e due sono muniti di un solido carapace che, di sicuro è lì per proteggere l’anima fragile che in apparenza non traspare, sarà che la sensualità della Luna-Cancro riesce a far breccia anche sul battagliero e tenebroso Marte/Plutone-Scorpione, sarà questo o sarà quello… ma si piacciono. Si piacciono tanto e riescono anche ad essere solidi e costanti nel tempo. Molto spesso si sposano e lo fanno poco dopo essersi conosciuti.

La passionalità anzi, la sessualità, è molto accesa.

Lo Scorpione adora il sesso “a tinte forti”… Amore…Passione…Sangue e Sesso…Morte, il Rosso ed il Nero. Il Cancro, teoricamente dovrebbe essere un romanticone fatto di Luna, perle, pizzi e trine…come possono coesistere queste due personalità all’interno di un’unica coppia? Semplice, hanno un denominatore comune chiamato “Spiritualità” ovvero, tutti e due, nell’amplesso, non cercano unicamente il piacere fisico ma, ancor di più, il contatto profondo fra le due “Anime” e questo piace moltissimo al romantico Cancro che, di conseguenza, concederà al partner Scorpione tutto ciò che desidera. A onor del vero, posso testimoniare in prima persona che, quando in giovane età, un corteggiatore dello Scorpione mi recitò la celeberrima “Per un istante le nostre vite si sono incrociate…le nostre anime si sono sfiorate.” Di Oscar Wilde, il mio Ascendente Cancro, ne rimase molto colpito.

L’altra cosa che può contribuire alla longevità di questa coppia è sicuramente la propensione del Cancro alla fragilità, al vittimismo e al vedere anche una piccola cosa come un problema insormontabile. Questo risveglia immediatamente l’innata natura battagliera e risolutiva dello Scorpione che, come detto più volte, se sei felice ti odia ma, se sei nei guai, è il tuo miglior amico e si fa in quattro per risolverti il problema. Che dire…per me è Sì!

Sagittario e Cancro:

Tutti (o quasi) subiscono il fascino del Cancro ma poi, alla lunga, non tutti sono in grado di star dietro a tutte le sue ansie ed a tutti i suoi bisogni. Il Sagittario viene catturato dai modi di fare cancerini che consistono (finché non si sono assicurati la preda) nel lusingare il partner, farlo sentire bravo, bello e buono, riempirlo di attenzioni e metterlo al centro del proprio mondo. L’errore del Cancro è però, quello di spostare dal piedistallo il Sagittario, pensando di averlo conquistato indiscriminatamente e, mettendo, a questo punto, se stessi al centro dell’attenzione con lagne, lamentele, malesseri e quant’altro. Così facendo, anche il Sagittario più innamorato del mondo, scapperà a gambe levate.

La natura dei due è, infatti, profondamente diversa.

Libero, solare, energico, sportivo e pieno di vita, il Sagittario si sentirà schiacciato e soffocato dalle ben note caratteristiche del Cancro e, nell’intento di spronarlo a cambiare ed abbandonare la fastidiosissima propensione al piangersi addosso, inizierà, inconsapevolmente, a “stimolarlo” con frecciatine e battute che sortiranno però, solamente l’effetto contrario. A quel punto inizieranno a non sopportarsi davvero e molto probabilmente renderanno la relazione irrecuperabile. Come ormai è ben noto il Cancro è governato dalla Luna e ne assume di conseguenza le peculiarità che, in un modo più o meno accentuato, rimangono le medesime in tutti i soggetti. Il Sagittario è invece governato da due pianeti: Giove e Nettuno. Questo ci darà quindi molteplici varianti caratteriali nei diversi soggetti. Da qui possiamo trarre la conclusione che, l’unica possibile unione fra Cancro e Sagittario è in presenza di un Sagittario “gioviano” (cioè la tipologia energica e solare) munito però della “nettuniana” propensione al sacrificio e alla pazienza. Questo soggetto riuscirà pazientemente a far capire al ritroso Cancro che la vita è bella e va vissuta e che, con un po’ di attenzione, il Mondo non è poi un luogo così pericoloso. Se accadrà questo, se il Cancro affiderà la sua vita al compagno Sagittario e se questo compagno avrà il gusto della sfida, sfida che consiste nel trasformare il Cancro da gattino a leone, allora saranno una coppia eterna. Nel caso in cui ci trovassimo in presenza di un sagittario prettamente “nettuniano” cioè, un soggetto pavido, ansioso, con la spiccata tendenza all’introspezione e alla ricerca di una dimensione spirituale, allora sarebbe il Cancro a scappare perché, vedrebbe rafforzate ed amplificate tutte le sue insicurezze. In sintesi: anche se dovesse andar male tendono a rimanere in buoni rapporti, per cui, vale la pena di provare.

Capricorno e Cancro:

100% di attrazione per questi due “Opposite” ma quante possibilità di riuscita? Sono assolutamente complementari. Il fragile Cancro ha in sé un’anima molto più forte di quello che crede, il Capricorno duro e cristallino come un Diamante, cela invece un’anima tenera che lascia uscire solo quando si sente amato sinceramente. Da questo ne possiamo dedurre che, con piccolissimi aggiustamenti, possono davvero essere una coppia perfetta.

La sensualità che evoca l’uno nell’altra sarà il primo collante, e questa sarà anche l’elemento che li farà resistere in caso di dissapori.

Dopo un fantastico inizio, i problemi possono sorgere dal fatto che il capricorno tende ad essere troppo schietto e diretto per il Cancro che, spesse volte, non vuol vedere né sentirsi dire qualcosa di scomodo. Così, semplicemente per un “Questo sugo è un po’ salato” o “I capelli ti stavano meglio ieri” possiamo vedere il cancro, cambiare repentinamente d’umore e passare da zuccheroso ad ombroso in tre secondi. Anche il Capricorno è permaloso e si irrigidisce se viene attaccato ma, solitamente, non ha sbalzi d’umore, è molto stabile e solido e sa anche apprezzare le critiche, per cui, per farlo cambiare d’umore, bisogna proprio ferirlo gravemente, magari con falsità, bugie e altre cose “pesanti”. Non è la cattiveria che spinge il capricorno ad essere “criticone”, e neanche la voglia di litigare o far del male, è piuttosto la voglia di migliorare e l’innato perfezionismo. Se il Cancro riesce a capire questo, allora potrà trovare, nel partner Capricorno, un compagno appassionato e protettivo, stimolante, costruttivo, con il quale potrà andare veramente lontano, sia in amore che negli affari e nella vita in generale. Certo, anche il Capricorno ha i suoi “difettucci”, non è di certo un campione di fedeltà ed è anche un po’ “taccagnuccio”. Il Cancro, bisognoso come l’acqua nel deserto, di quelle solide certezze che il Capricorno sa dare, per lungo tempo “cercherà” di non vedere i tradimenti e soffrirà in silenzio per i mancati regali e le mancate attenzioni materiali (sentendosi anche un po’ sfruttato nel suo dare tutto se stesso e non ricevere qualche “gratificazione”) e, se il Capricorno perdurerà nel suo comportamento, non curandosi dei silenzi del Cancro, per giunta, accusandolo di essere scontroso, il Cancro libererà tutta la rabbia repressa in un colpo solo, con un’esplosione capace di spaventare chiunque, proprio perché da lui nessuno se la sarebbe aspettata. Questo può sfociare in due situazioni: o si lasciano (per poi, comunque, provare a tornare insieme varie volte) o, se si amano molto, invertono i ruoli e l’ex fragile Cancro “zerbina” il Capricorno che, ormai “cotto a puntino” se lo lascia fare. Per questi motivi io definirei questa coppia con la celebre frase di simpatico Gemelli, Piero Chiambretti: “Comunque vada, sarà un successo!”.

Acquario e Cancro:

Devo dire che nella mia esperienza personale, non mi è mai capitato di osservare da vicino una coppia Cancro-Acquario. Ho osservato questo “abbinamento” solo in caso dove la madre era Acquario e la figlia Cancro, a dire il vero un Cancro quasi Leone (quindi opposti nello zodiaco) ma, anche se era un Cancro “rafforzato” dalla vicinanza del Leone, devo dire che pativa comunque tantissimo la freddezza con cui veniva trattata dalla gelida madre acquariana. Per questi motivi, mi sono documentata moltissimo su questa coppia, proprio per cercare di non scrivere cose non verificate o poco approfondite. Ciò che ne ho dedotto è che, purtroppo, ci troviamo in presenza di una delle coppie peggio assortite dello zodiaco. Teoricamente sarebbe una coppia da evitare, poi, come abbiamo detto e stradetto, ogni caso è a sé stante e dobbiamo fare ciò che il cuore e l’istinto ci consigliano. Ho cercato a lungo una coppia V.I.P. da portare ad esempio ed una delle poche trovate è stata quella fra Tom Cruise (3 luglio 1962) e la prima moglie Mimì Rogers (27 gennaio 1956), coppia durata meno di tre anni e molto probabilmente creatasi per “interessi” comuni tra i quali, il mondo dello spettacolo e la “religione” Scientology in cui Cruise fu introdotto proprio dalla Rogers.

Forse inizialmente possono trovarsi “carini” anche se, solitamente, non divampa quasi mai un fuoco indomabile, però poi, in breve tempo, appariranno, chiarissime, tutte le loro diversità.

Il Cancro reputerà l’Acquario, freddo, calcolatore, anaffettivo e “robotico” e si sentirà sempre solo sia in sua presenza che in sua assenza. L’Acquario verrà inizialmente lusingato dalle attenzioni del Cancro ma, ben presto, si stancherà ed inizierà a soffocare, bramando la sua tanto amata libertà ed indipendenza. Non c’è empatia fra i due, non si capiscono ed il loro stare insieme è paragonabile all’emulsionare l’acqua con l’olio: appena shakerati formano qualcosa di buono ma, ben presto, tendono spontaneamente a separarsi per tornare…da dove erano venuti 😉 . Io non aggiungerei altro e consiglierei vivamente un’amicizia, poco impegnativa o, nel caso in cui non possiate fare a meno di “innamorarvi”, siate consapevoli dei vostri rispettivi limiti e non vi aspettate troppo l’uno dall’altro, in modo da non soffrire. Attenti!!!

Pesci e Cancro:  

Dopo aver appena preso in esame una delle coppie più “inquietanti” dello Zodiaco 😉 , finalmente ci troviamo di fronte a qualcosa di rassicurante e romantico. Entrambi Segni d’Acqua, sicuramente percepiscono senza comunicazione verbale alcuna, i sentimenti ed i malesseri l’uno dell’altra. Si piacciono da subito e, se le condizioni lo permettono, si sposano o convivono o mettono in cantiere un bebè, velocissimamente. Sono entrambi, sensibili ed umorali ed il solo problema che possono incontrare lungo il loro percorso di vita, è la permalosità che può farli chiudere ed incupire. Il Cancro sa essere dolce ma è anche molto capriccioso. Il Pesci, nel momento della difficoltà, tira fuori tutto il suo spirito di sacrificio e fa di tutto per far felice il proprio (o propria) partner ma, se si dovesse accorgere che da un dito questo vuole tutta la mano e data la mano pretenda anche il braccio, potrebbe cominciare a pensare di essere preso in giro, chiudendosi inesorabilmente. D’altro canto, anche il Pesci di frequente soffre di malinconie e di “blues” (sia nel senso musicale che psicologico del termine) e per non soffrire, entra in una dimensione mentale solo sua, dove nessuno può accedere, facendo sentire, di conseguenza, il Cancro emarginato ed isolato (cosa sicuramente per lui non molto gradevole, visto che ha bisogno di essere sempre al centro delle attenzioni dell’amato). Il trucco per far funzionare questa storia? Sicuramente puntare sull’innato istinto materno e protettivo del Cancro che dovrà, come un bravo attore (altra sua dote), sapersi trasformare, all’occorrenza, in madre accogliente, amante dolce e passionale e anche compagna di giochi perché, i Pesci, hanno molto bisogno di evadere dalla realtà. Tutto ciò, ovviamente, sia nelle coppie Cancro-Pesci che in quelle Pesci-Cancro.

Accomunati dalla passione per la musica, per i posticini romantici, mare, bei tramonti e altre romanticherie, vivranno felici se seguiranno il bello che la vita può dare

ma, se daranno ascolto al “demone” delle frustrazioni, delle amarezze e dei tormenti, che spesso sembra volersi impossessare dei Segni d’Acqua, soprattutto nei momenti felici della vita, allora potrebbe trasformarsi in una coppia dal romanticismo-noir, stile Baudelaire ed i poeti maledetti. Fate attenzione, il pathos sui di voi ha una certa presa ma, forse, non siete forti abbastanza per “reggerlo” e rischiate di andare in contro a malattie psicosomatiche causate proprio dall’amore tormentato. Avete tutte le carte in regole per essere felici: sfruttatele!!!

Anche per questo Segno è tutto, ci ritroveremo fra un paio di settimane per “svelare” insieme tutti i segreti del solare Re dello zodiaco: il Leone!

Come sempre un Grande Abbraccio dalla vostra Sole.

CARTOMANZIA ON LINE, TUTTI I GIORNI DALLE 08:00 ALLE 24:00, CHIAMA ORA PER QUALSIASI DOMANDA SU:
Amore, Lavoro, Fortuna, Energia e Benessere, Famiglia e qualsiasi altro argomento

TELEFONA ALLO 075-5979011

ti aspetta una offerta benvenuto nuovi clienti

SE NON VUOI, l’addebito sulla carta di credito e vuoi tenere sotto controllo la tua spesa, oppure vuoi restare in completo anonimato componi dal tuo telefono il numero

899.48.43.54

al costo di Euro 0,97 al minuto IVA compresa

Servizio offerto da MPV ITALIA SRL srl, massimo €15 a telefonata durata 15:25 minuti

Chiami dalla SVIZZERA?

Componi dal tuo telefono il numero 0901.234.019, il costo è di 1,30 Franchi Svizzeri al minuto durata massima 60 minuti

Chiami dalla Germania?

Componi dal tuo telefono fisso 0900.590.591.101, il costo è di 0,99 Euro al minuto durata massima 60 minuti

Per darti un ottimo servizio ci siamo fortemente impegnati,

per favore non ci chiedere un giro gratis, ma provaci a un prezzo onesto

 

I Tarocchi dell’Amore è un prodotto MPV ITALIA SRL


©Tutti i diritti riservati